Parole e idee per un mondo plurale

Reset Dialogues, in collaborazione con le Università milanesi e
con il Patrocinio del Comune di Milano

PAROLE E IDEE PER UN MONDO PLURALE:
UN LESSICO INTERCULTURALE

Martedì 7 maggio, ore 18.00

Palazzo Morando, via Sant’Andrea 6 – Milano | Ingresso libero

 

La sfida del pluralismo culturale

di fronte all’Europa

Democrazia e cittadinanza nel mondo delle differenze


Relatore: Michel Wieviorka | Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales (EHESS), Sociologo

Discussant: Marina Calloni | Università degli Studi di Milano-Bicocca

 

Coordina: Daniele Nahum | Comunità Ebraica di Milano

 

Parlare di diversità, di multiculturalismo, di dialogo culturale e ancor più di inter-cultura o di pluralismo culturale rischia di essenzializzare le culture. Le scienze sociali, e in particolare l’antropologia, hanno a lungo ritenuto che le culture fossero degli insiemi stabili, delimitati; l’individuo non contava niente, veniva definito dalla sua cultura d’appartenenza. Ma oggi questo punto di vista deve essere sovvertito, dobbiamo partire dagli individui, dalla loro soggettività, dai processi di soggettivazione attraverso i quali essi si dotano di una memoria, di una identità, di punti di riferimento, di referenze. In questo modo le culture sono prodotte da coloro che vi accedono e le animano, ma le trasformano anche, e le fanno evolvere.

Quali sono i parametri indispensabili per una co-presenza armoniosa di culture diverse, gruppi, minoranze? Di che cosa è fatta la “diversità”? Ce ne parlerà Michel Wieviorka, sociologo francese, in occasione del terzo appuntamento nell’ambito del ciclo di incontri Parole e idee per un Mondo plurale, un progetto a cura di Giancarlo Bosetti. Appuntamenti sull’interculturalità con filosofi, scienziati, sociologi e storici di rilievo internazionale.

🡢 |2013-05-14T12:28:34+00:0005/05/2013|News&Eventi|