Home 2017-02-22T19:18:53+00:00
Insegnanti per la Cittadinanza

Insegnanti per la Cittadinanza

Appello di docenti ed educatori per lo ius soli e lo ius culturae: noi insegnanti guardiamo negli occhi tutti i giorni gli oltre 800.000 bambini e ragazzi figli di immigrati che, pur frequentando le scuole con i compagni italiani, non sono cittadini come loro. Se nati qui, dovranno attendere fino a 18 anni senza avere la certezza di diventarci, se arrivati qui da piccoli non avranno attualmente la possibilità di godere di uguali diritti nel nostro paese.
Comunicato della Rete SSP

Comunicato della Rete SSP

All’inizio di marzo 2017 M., ex-studente e collaboratore della scuola Sheb Sheb è stato espulso dall’Italia in Egitto in seguito ad un normale controllo avvenuto a Milano in Via Padova. M. è stato vittima dell’inasprimento dei controlli e delle espulsioni a danni dei migranti irregolari, in linea con la politica disumana e non accogliente, in materia
La Rete Scuole Senza Permesso sui fatti del 2 Maggio in Stazione Centrale a Milano

La Rete Scuole Senza Permesso sui fatti del 2 Maggio in Stazione Centrale a Milano

La Milano democratica e cosmopolita che si prepara a festeggiare (!) il 20 maggio l’apertura e l’accoglienza ai migranti ha dato ieri 2 Maggio un bel segnale con una operazione poliziesca che ha visto l’impiego di reparti scelti, poliziotti a cavallo, elicotteri (mancavano i lagunari del battaglione San Marco…ma sarà per la prossima volta…): il

Mappa Scuole Senza Permesso

Rete Scuole Senza Permesso: Straniero è l’altro che vive in noi

Rete Scuole Senza Permesso è il nome che ha voluto darsi una rete di scuole di italiano per immigrati milanesi, nata nella primavera 2005, per dichiarare la propria identificazione con i senza diritti.

Le scuole aderenti, pur diverse fra loro, condividono la quotidiana esperienza a diretto contatto con i migranti di cui vengono a conoscere le motivazioni all’emigrazione, le condizioni abitative, di lavoro e i progetti di vita, grazie a una relazione di scambievole crescita umana, culturale e politica.

La Rete Scuole Senza Permesso non vanta schieramenti politici; è una Rete aperta a tutti coloro che promuovono i valori dell’accoglienza, dell’uguaglianza e della giustizia sociale.

Abbiamo scelto di chiamarci Rete Scuole Senza Permesso perché ci identifichiamo con i migranti che siamo stati; perché accogliamo tutti; perché pensiamo che tutti coloro che non possono disporre liberamente delle risorse della propria terra, grazie anche alla rapina dei paesi ricchi, dovrebbero avere diritto ad attraversare questo pianeta privatizzato e a mettere radici dove c’è spazio per i loro desideri; perché sappiamo che la negazione dei diritti dei migranti  significa la progressiva erosione dei diritti di tutti quanti.

Ultimi articoli

La Rete sul decreto Minniti

Come Rete delle Scuole senza permesso, ci sentiamo in dovere di esprimere alcune riflessioni da condividere e sicuramente ampliare, possibilmente con operatori e associazioni che istituzionalmente o in maniera del tutto autonoma e volontaria, operano attivamente all’interno del fenomeno migratorio.

By | 08/03/2017|News&Eventi|

Network SSP